Malghe


O ltre alla trasformazione del latte durante il periodo invernale in fondo valle, notevole importanza è assunta dalla caseificazione effettuata durante il periodo estivo in alpeggio; gli allevatori conducono le mandrie dal fondo valle in alpeggio ad altitudini comprese tra i 1.500 ed i 2.500 m.s.l.m.

Nelle malghe, che rappresentano il naturale complemento delle aziende zootecniche di fondo valle, si trasferiscono le mandrie durante i mesi estivi e tale consuetudine, di tradizione antichissima, consente agli allevatori di dedicarsi durante l’estate prioritariamente alla produzione in fondo valle del fieno necessario per il mantenimento dei capi bovini durante l’inverno. Ogni malga consta, nella maggioranza dei casi di più stazioni poste a quote crescenti. Il pascolo viene praticato inizialmente nella stazione più bassa, dove l’erba matura prima, salendo gradualmente a quote più elevate.



 

Alessi Giacomo C.F. – Malga Cavallaro Passo Crocedomini


Andreoli Marta – Malga Bassinale


Andreoli Italo – Malga Paglia


Baccanelli Oscar – Malga Santa Apollonia


Bezzi Andrea – Malga Case di Viso


Bontempi Barbara – Malga Arcina


Ducoli Giovanni – Malga Blumone


Giacomelli Mauro – Malga Cadino


Ottelli Zoletti Roberto – Malga Rosello


Spandre Vittorio – Malga Foppella


Soc Agricola Ambrosini – Malga Guglielmo


Soc Agricola F.lli Antonioli – Malga Mortirolo


Soc. Agr. Le Fontane Di Ducoli Domenico e Giacomo S.S. – Malga Cadino Banca